News

18 marzo 2020

Emergenza Coronavirus: Fondazione e Caritas sostengono i più fragili

Locandina_A3 - 26 ottobre B

Fondazione Carispezia ha deliberato il sostegno a due iniziative realizzate con Caritas La Spezia-Sarzana-Brugnato destinate a supportare persone e famiglie che si trovano in condizioni di difficoltà economica o di povertà estrema, rese ancora più fragili dall’attuale situazione di emergenza relativa al diffondersi del Coronavirus.

Il primo intervento – “Arrivo! Stai a casa, servizio di consegna della spesa a domicilio” –  riguarda l’Emporio della Solidarietà, il servizio gestito da Caritas Diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato attraverso la cooperativa La Piccola Matita Onlus, sostenuto dalla Fondazione Carispezia e dai Distretti socio-sanitari provinciali, rivolto a persone in temporanea difficoltà economica residenti in tutto il territorio della provincia della Spezia e della Lunigiana.

In questa situazione di emergenza, l’Emporio ha attivato un servizio di consegna a domicilio di prodotti di prima necessità (alimenti, farmaci, ecc.) per persone e famiglie che hanno oggettive difficoltà a recarsi alle due sedi del market solidale, in via Gramsci alla Spezia e in via Castruccio Castracani a Sarzana, contribuendo così a contenere gli spostamenti dei beneficiari. È stato attivato il numero verde 800 97 40 14 al quale i titolari delle tessere già attive nell’ambito del progetto potranno rivolgersi per richiedere la consegna presso la propria casa. Il numero prevede un operatore in risposta dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle 18.00. Il servizio di spesa domiciliare potrà essere ampliato anche a persone e a nuclei familiari in difficoltà segnalati dai servizi di distribuzione alimentare della rete parrocchiale territoriale, in collaborazione con i partner del progetto Emporio, e che presentino determinati requisiti richiesti dal servizio.

Ulteriore intervento messo in campo da Caritas con il sostegno della Fondazione sarà la realizzazione alla Spezia di una tensostruttura per l’accoglienza dei senza dimora. Una “casa” che, in questo momento di difficoltà, permetta anche alle persone più fragili di attenersi alle disposizioni di sicurezza messe in campo per il contenimento del Covid-19. All’iniziativa collaborano anche il Tavolo della Povertà, Colazioni col Sorriso, Missione 2000, la comunità dei Frati francescani di Gaggiola e la Pastorale Giovanile.

 

“In questa situazione di emergenza è necessario unire le forze per il bene comune sostenendo in particolare i più deboli all’interno delle nostre comunità – dichiara la Presidente della Fondazione Carispezia, Claudia Ceroni – L’impegno di tutta la rete del progetto ‘Emporio della Solidarietà’, che vede in Caritas e nella figura del suo Direttore Don Luca Palei il capofila, non manca mai di farsi sentire per dare una risposta ai bisogni anche nelle situazioni più complicate”.

“#iovorreirestareacasa è un hashtag che riunisce insieme chi una casa non ce l’ha e chi non può starci per essere in prima linea. Una situazione paradossale, due direzioni che si incontrano in un unico punto: amore, che combatte fragilità e paura così diffuse in questo momento. Ci vuole concretezza per rispondere e Caritas c’è, a fianco dei più deboli senza scartare nessuno!”, commenta Don Luca Palei, Direttore della Caritas Diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato.


Condividi
Stampa
Invia
X