Valutazione / Welfare

Bando - 2019

Bando n. 1/2019 “Inclusione sociale”

L’obiettivo: favorire il reinserimento di soggetti immigrati e/o in condizione di estrema fragilità sociale, vittime di sfruttamento lavorativo e/o sessuale e/o senza fissa dimora, attraverso percorsi si inclusione socio-lavorativa, formativi e di accompagnamento all’autonomia.

Le risorse a disposizione: 200.000 €

Le risorse assegnate: 200.000 €

Numero di progetti presentati: 1

Numero di progetti selezionati: 1

 

 

Risultati

  • Costo complessivo del progetto 336.238 euro
  • Cofinanziamento della partnership 136.238 euro
  • Numero di beneficiari complessivi 60
  • Numero di corsi formativi realizzati 3
  • Nuova start up avviata 1
  • Soggetti Partner coinvolti 43

Impatto

Per il progetto Integr-Azioni 2.0 si è deciso di svolgere una valutazione continua, che accompagnasse il progetto dall’inizio e che si svolgesse in parallelo. Il metodo scelto per la valutazione è di tipo misto: dati quantitativi volti a misurare i risultati raggiunti (rispetto anche agli obiettivi iniziali), e dati qualitativi (sotto forma di interviste a testimoni e partner, che inizialmente dovevano essere raccolti direttamente dalla valutatrice esterna). Obiettivo della valutazione esterna era valutare i risultati raggiunti dal progetto, la sua efficienza ed efficacia, nonché l’impatto complessivo e la sostenibilità.

In evidenza

La valutazione complessiva del progetto è molto buona. L’anno in corso ha sottoposto le attività di progetto a diverse difficoltà, dovute a condizioni metereologiche avverse e soprattutto alla diffusione della pandemia da Covid-19. Questo evento eccezionale ha messo in crisi alcune azioni di progetto, la formazione dei beneficiari e i percorsi di inclusione socio-lavorativa (alcuni dei quali si avviavano proprio nel mese di febbraio). Inevitabilmente alcune attività sono state ridimensionate o posticipate, come si evidenzia dai documenti forniti per la valutazione. Ma la pandemia ha anche permesso di testare la tenuta del progetto, confermandone la solidità. Nonostante il lockdown abbia inciso profondamente sulle condizioni economiche del nostro paese, le attività di progetto hanno tenuto: la start up ha continuato (e anzi se ne sta avviando una nuova), alcuni beneficiari di progetto sono stati assunti con contratti a tempo determinato e indeterminato, la rete di partner si è mantenuta e anzi sono stati coinvolti 5 nuovi partner, i percorsi di inclusione socio-lavorativa sono ripresi dopo il lockdown. La prosecuzione del progetto si è resa possibile, a parere della valutatrice, per due motivi: 1) uno storico di esperienze e azioni, derivanti dal precedente progetto Integr-Azioni, che ha agevolato la tenuta delle attività e delle relazioni, nonché la motivazione degli operatori e dei mediatori 2) una consolidata rete tra l’Associazione e partner di progetto (istituzionali e non) che, nonostante le interruzioni dovute al lockdown, ha saputo mantenere le relazioni e ripensare a una ripartenza nuova e condivisa.
Vai al Bando

Progetto grafico: tub.it
Realizzazione: emotiondesign.it