News

Presentata la Stagione 2016/2017 di “Concerti a Teatro”

Ritorna per il quarto anno consecutivo al Teatro Civico della Spezia la stagione di “Concerti a Teatro” promossa dalla Fondazione Carispezia, che presenterà sette appuntamenti da dicembre ad aprile, arricchiti dal consueto programma collaterale dedicato alla formazione e alla divulgazione musicale. Il cartellone è stato presentato questa mattina presso la sede della Fondazione.

 

La Stagione 2016-2017

Il cartellone della Stagione 2016-2017 propone un programma ricco – con cori gospel, orchestre sinfoniche, solisti ed ensemble – attraverso autori, generi e programmi diversi, all’insegna della qualità artistica.

Tra i protagonisti della nuova Stagione di “Concerti a Teatro”, curata dal direttore artistico Miren Etxaniz, l’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, una delle più note istituzioni musicali che ha contribuito alla diffusione del grande repertorio sinfonico in Italia e per la prima volta alla Spezia;  grandi solisti come Emmanuel Pahud, Sol Gabetta e David Fray, che metteranno in luce le bellezze, i segreti e le difficoltà peculiari del proprio strumento; Alexander Lonquich,  Carolin Widmann e Tommaso Lonquich, i quali – con la maestria e complicità che li contraddistingue  – faranno vivere i momenti delle  grandi rivoluzioni musicali che hanno caratterizzato le prime decadi del Novecento.

«In questa nuova edizione di “Concerti a Teatro” – spiega Miren Etxaniz – saranno rappresentati, in un viaggio ideale tra diverse forme musicali, repertori e compositori, tre secoli di musica, da Mozart, Beethoven, Schumann e Chopin a Stravinskij e Bartók, senza trascurare la musica contemporanea, con il compositore libanese Zad Moultaka e il poeta siriano Adonis. Raccontare il nostro tempo attraverso i compositori che stanno scrivendo la storia musicale del domani è infatti una delle priorità del cartellone».

 

I concerti

Proseguendo la collaborazione con Crédit Agricole Carispezia – nata nella passata edizione per offrire un concerto gratuito in occasione delle festività natalizie Concerti a Teatro” apre il 14 dicembre con un appuntamento che vedrà protagonisti “The Harlem Voices”, formazione newyorchese, in un programma basato su musiche tradizionali gospel (prenotazione obbligatoria alla biglietteria del Teatro Civico).

 

Il cartellone prosegue sabato 21 gennaio (ore 21) con il debutto alla Spezia dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta per la prima volta da Min Chung, considerato dalla critica uno dei più promettenti giovani direttori d’orchestra, figlio del grande direttore Myung-whun Chung, insieme ad Andrea Bacchetti al pianoforte, in un programma che proporrà due capolavori molto amati dal pubblico. Saranno eseguiti uno dei più celebri concerti di Mozart scritti per orchestra e pianoforte, quello in mi bemolle maggiore K 271 “Jeunehomme”, e la Sinfonia n. 6 in fa maggiore op. 68 “Pastorale” di Beethoven.

 

L’appuntamento di venerdì 3 febbraio (ore 21) vedrà la presenza di Emmanuel Pahud, primo flauto dei Berliner Philarmoniker, ed Eric Le Sage al pianoforte, rinomato per la sua la sua ricerca di sonorità, intelligenza e poesia unite ad un grande senso della struttura musicale. I due artisti hanno scelto un programma classico che vede in apertura la Sonata per flauto e pianoforte in do maggiore K 296 di Mozart, trascritta per flauto dallo stesso Pahud, e brani tratti dal repertorio romantico, come la Fantasiestücke op. 73 di Schumann e la Sonata in fa maggiore di Mendelssohn, sempre trascritti da Pahud. In programma anche Schubert con l’Introduzione e Variazione per flauto e pianoforte da “Trockne Blumen” op. 160, D. 802, una delle opere più virtuosistiche del repertorio flautistico.

 

Il concerto di lunedì 13 febbraio (ore 21) sarà ancora dedicato alla musica da camera con il duo formato dalla violoncellista argentina Sol Gabetta, stella del panorama musicale internazionale, e dal francese Bertrand Chamayou al pianoforte. Con una sorprendete qualità del dialogo musicale e sensibilità complementari i due artisti proporranno Cinque pezzi in stile popolare per violoncello e pianoforte op. 102 di Schumann, la Sonata per violoncello e pianoforte n. 1 in fa magg. op. 5 n. 1 di Beethoven e la Sonata per violoncello in sol min. op. 65 di Chopin, una delle rare opere cameristiche del compositore polacco nonché l’ultima edita nel corso della sua vita.

 

L’appuntamento di venerdì 24 marzo (ore 21) presenterà “La Passion d’Adonis” portata alla Spezia dall’Ensemble Mezwej fondato nel 2004 e diretto dal compositore franco-libanese Zad Moultaka. Per questo concerto l’Ensemble sarà composta da Amel BrahimDjelloul, soprano, Rachid Brahim-Djelloul, violino, Yousef Zayed, oud, e Claudio Bettinelli, percussioni. L’opera di Moultaka si ispira al testo “Al Kitab” del poeta siriano Adonis, un viaggio attraverso la storia araba dalla fondazione del califfato dopo la morte di Maometto, nel VII secolo, fino alla metà del X secolo. Zad Moultaka, che prosegue da molti anni una personale ricerca sui linguaggi plastici e musicali, integra nel suo lavoro di compositore le linee fondamentali della scrittura contemporanea occidentale con i caratteri specifici della musica araba, dando vita ad una ricerca che tocca numerosi domini della sperimentazione.

 

Il pianoforte è il protagonista del concerto di martedì 11 aprile (ore 21) con David Fray, che per la sua eleganza, virtuosismo e follia interpretativa è stato più volte paragonato ai grandi pianisti della storia che hanno rivoluzionato il modo di suonare e approcciarsi allo strumento. Interprete di punta del repertorio romantico, Fray propone un viaggio nell’universo di Chopin, che occupa quasi interamente il programma, con tre Notturni – op. 9 n. 2, op. 48 n. 1 e n. 2 -, la Mazurka op. 63 n. 3, Impromptu op. 51, il Valzer op. 69 n. 1 e la Polonaise-fantaisie op. 61. In chiusura, la penultima Sonata di Schubert, la n. 20 D. 959, scritta due mesi prima della morte del compositore, opera vasta, di grande perfezione e ricchezza psicologica.

 

La Stagione 2017 si chiude giovedì 27 aprile (ore 21) con la presenza di un trio d’eccezione: Alexander e Tommaso Lonquich, padre e figlio, rispettivamente pianoforte e clarinetto, e Carolin Widmann, violino, che proporranno un programma dedicato alle prime decadi del Novecento e a tre grandi compositori tra loro molto diversi. Dall’affascinante “ricostruzione” della celebre Histoire du Soldat per violino, clarinetto e pianoforte di Stravinskij, si passa ai Contrasts per clarinetto, violino e pianoforte Sz. 111 di Bela Bartók, fino al Largo per violino, clarinetto e pianoforte del compositore statunitense Charles Ives.

 

Il cartellone di quest’anno prevede, inoltre, un ulteriore appuntamento serale inserito all’interno del programma degli Incontri Musicali”: occasioni di ascolto, confronto e approfondimento della cultura musicale che arricchiscono la Stagione di “Concerti a Teatro”. Si tratta di una “lezione-concerto” dedicata a Chopin del pianista Emanuele Ferrari, che si terrà venerdì 31 marzo alle ore 21 sempre al Teatro Civico. Partendo dall’esecuzione della Ballata n. 1 in sol minore op. 23, Ferrari presenterà un approccio completamente nuovo che unisce alla magia di un concerto l’emozione di una visita guidata nel mondo della musica. Ferrari suonerà la Ballata chopiniana per poi ripercorrerla – commentandola – dopo averla “scomposta” frase per frase: l’ascoltatore potrà quindi apprezzare le sue caratteristiche, le scelte effettuate dal compositore e approfondire così il contesto di idee e valori in cui l’opera è stata creata. Quando, alla fine della lezione-concerto, la Ballata verrà “ricomposta” e risuonata per intero, il pubblico potrà rendersi conto della magia del percorso attraverso cui è stato guidato.

 

Gli altri due “Incontri musicali” in programma vedranno protagonisti, giovedì 23 marzo (ore 18, presso Spazio 32 in Via D. Chiodo alla Spezia), il compositore Zad Moultaka, che approfondirà la sua ricerca artistica presentando l’opera “La Passion d’Adonis”, e il pianista Alexander Lonquich, che terrà una Masterclass al Teatro Civico della Spezia venerdì 28 aprile, con inizio alle ore 9.30.

 

Cinque concerti della Stagione (21 gennaio, 3 e 13 febbraio, 11 e 27 aprile) saranno, infine, anticipati da una “Guida all’ascolto” che verrà offerta al pubblico nel ridotto del Teatro Civico il giorno stesso del concerto alle ore 18, per approfondire – grazie all’intervento di musicisti ed esperti del territorio – compositori e musiche in programma.

 

Anche per questa edizione Fondazione Carispezia ha deciso di mantenere una politica di contenimento del costo dei biglietti per incentivare la partecipazione del pubblico, con particolare riguardo alle giovani generazioni. Il prezzo massimo del biglietto sarà di 15 euro e sono previste una serie di agevolazioni per diverse categorie di pubblico (giovani under 26, studenti, adulti over 65, gruppi organizzati, associazioni di legge, abbonati alla stagione teatrale del Teatro Civico, tesserati Spazio 32).

 

La campagna abbonamenti avrà inizio mercoledì 16 novembre per chiudersi il 21 gennaio: 70 euro è il costo massimo per sei concerti, 50 euro il costo riservato per i giovani under 26 e per gli aventi diritto al prezzo ridotto; 25 euro per gli studenti. Da martedì 27 dicembre inizierà la prevendita dei biglietti per tutti i concerti presso il Teatro Civico e online sul sito www.vivaticket.it.

 

Visita la pagina di “Concerti a Teatro”

 

Ultime notizie

Tutte le news

Progetto grafico: tub.it
Realizzazione: emotiondesign.it