Fondo salva sfratti

Fondo salva sfratti

Fondazione Carispezia, Confedilizia, Sunia e i Distretti sociosanitari n. 17 Val di Vara, n. 18 La Spezia-Lerici-Portovenere e n. 19 Val di Magra hanno creato un fondo salva sfratti per aiutare le famiglie che non riescono a pagare l’affitto per la propria abitazione e sono colpite da sfratto per morosità.

Il fondo è utilizzato per saldare il debito dell’inquilino, fino a un importo massimo di 4.000 euro, a fronte dell’impegno del proprietario dell’immobile di rinunciare alla procedura di sfratto e di stipulare un nuovo contratto a canone concordato che garantirà la sostenibilità dell’affitto a carico dell’inquilino.

Fondazione Carispezia, inoltre, ha costituito un fondo di garanzia del valore massimo di 50.000 euro per tutelare i proprietari immobiliari dall’eventuale nuovo mancato pagamento dell’inquilino per un periodo non superiore a sei mesi.

Possono beneficiare del servizio i cittadini residenti nella provincia della Spezia titolari di contratto ex articolo 2 comma 1 legge 431/1998, con reddito Isee fino a 16.000 euro, una morosità fino a un massimo di 4.000 euro e in grado di dimostrare che la diminuzione del reddito è causa diretta del mancato pagamento dell’affitto.

I richiedenti possono presentare domanda presso la sede spezzina del Sunia, in via Bologna 82 (dal lunedì al sabato, dalle ore 8.30 alle 12.30). Nella sede di Confedilizia La Spezia, in via Luigi Cadorna 4, (dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12) è attivo un ulteriore sportello a favore dei proprietari degli immobili.

 

Destinatari: persone e famiglie colpite da sfratto per morosità incolpevole.

Progetto grafico: tub.it
Realizzazione: emotiondesign.it