Comunicati stampa

Presentato il bando 02/2016 nell’ambito dell Assistenza sociale: “Verso un welfare di comunità: la famiglia come risorsa”

Fondazione Carispezia presenta il bando 2016 nel settore dell’Assistenza sociale

Verso il welfare di comunità: la famiglia come risorsa

 

 

Sostenere la famiglia come risorsa per migliorare la qualità di vita della comunità e affrontare le nuove sfide del welfare. Con questo obiettivo la Fondazione Carispezia pubblica il secondo bando di erogazione 2016, destinato alla progettazione sociale degli organismi del Terzo Settore, mettendo a disposizione complessivamente 500.000 euro.

 

Il sostegno alla famiglia, in questo momento di perdurante crisi economica, è stato individuato come bisogno prioritario all’interno del percorso di lavoro del Tavolo Sociale, strumento di consultazione permanente promosso dalla Fondazione di cui fanno parte i Distretti socio-sanitari provinciali, la Società della Salute della Lunigiana, il Forum del Terzo Settore, il Centro Servizi per il Volontariato Vivere Insieme. Il ruolo centrale della famiglia è stato inoltre evidenziato dagli esiti del sondaggio rivolto agli esponenti del Terzo Settore e dei servizi pubblici – condotto a fine 2015 – a cui hanno dato adesione oltre 160 operatori.

 

Il bando “Verso il welfare di comunità: la famiglia come risorsa” è volto pertanto a finanziare progetti presentati da organizzazioni del Terzo Settore, riuniti in forti e stabili partenariati, che favoriscano un ruolo attivo del nucleo famigliare nella costruzione di un welfare comunitario relativamente alle aree di intervento Nuove Povertà, Servizi alla persona, Disabilità e Disagio giovanile, delineate nel Documento Programmatico 2016 della Fondazione.

 

Nell’ambito di tale aree, gli obiettivi su cui dovranno essere focalizzati i progetti volti a sostenere la famiglia a basso reddito sono:

 

  • supporto alle famiglie come fattore di prevenzione nella gestione dei componenti fragili
  • costituzione di forme di buon vicinato e auto-mutuo aiuto per sostenere i bisogni famigliari e favorire la coesione sociale
  • promozione di nuove forme di accoglienza che favoriscano l’inclusione sociale dei componenti del nucleo famigliare
  • rafforzamento e sostegno al ruolo educativo della famiglia

 

I progetti dovranno avere particolare caratteristiche di innovazione sociale, in linea con quanto previsto anche dall’Unione Europea nella strategia “Europa 2020”, oltre che un elevato impatto sociale e comunicativo, e attivare sperimentazioni sostenibili nel tempo.

 

Potranno presentare un progetto organismi del Terzo Settore (associazioni di volontariato, cooperative sociali e altre organizzazioni del privato sociale) riuniti in una partnership di almeno tre soggetti che compartecipano alla sua ideazione e realizzazione; la rete, inoltre, può prevedere anche il coinvolgimento di enti e servizi pubblici (Distretti socio-sanitari, Azienda sanitaria, ecc.).

I progetti dovranno avere una durata di due anni, con una ricaduta esclusiva sul territorio di riferimento della Fondazione – provincia della Spezia e Lunigiana –, e prevedere un cofinanziamento minimo obbligatorio da parte dell’Ente responsabile e/o dei partner della rete pari al 20% dell’importo complessivo del progetto, che non potrà essere superiore ai 100.000 euro.

 

Il testo integrale del bando e la modulistica sono disponibili sul sito www.fondazionecarispezia.it, recentemente rinnovato, alla sezione Contributi-Bandi di erogazione.

 

Il termine per la presentazione dei progetti è previsto alle ore 13.00 del 30 giugno 2016.

 

Continua in parallelo il processo di accompagnamento e di supporto alle organizzazioni nella costruzione e nella presentazione del progetto, già avviato dalla Fondazione per i bandi passati.

Saranno organizzati tre seminari: il 14 aprile sul lavoro di rete tra partner nella costruzione e realizzazione del progetto, a cura di Giorgio Sordelli; il 28 aprile su metodi e strumenti per una comunicazione efficace e coerente dei progetti, tenuto da Fabrizio Minnella, responsabile della comunicazione della Fondazione con il Sud; l’11 maggio sui diversi approcci all’innovazione sociale, curato da Massimo Bricocoli, ricercatore del Politecnico di Milano ed esperto di pianificazione urbana e politiche territoriali. Sarà possibile iscriversi alle giornate di formazione compilando il form disponibile a breve sul sito internet della Fondazione.

Sempre sul sito internet sarà infine presente lo spazio FAQ con le domande frequenti poste dagli utenti sul bando.

Lo staff della Fondazione è a disposizione per ulteriori informazioni e supporto nella compilazione delle richieste (tel. 0187 772338).

 

 

 

Dopo l’esperienza positiva dei bandi degli anni passati, attraverso cui sono stati finanziati oltre 25 progetti di intervento negli ambiti più delicati del nuovo sistema di welfare, si è ritenuto di potenziare l’ascolto e il confronto con il Terzo Settore – interlocutore permanente e naturale delle Fondazioni – per l’individuazione degli obiettivi del bando. Da tale confronto diretto è emerso come prioritario il tema del sostegno alla famiglia quale motore di innovazione sociale e di crescita di un welfare comunitario sul nostro territorio, grazie alla presentazione di progetti che dovranno caratterizzarsi principalmente per la creazione di partenariati forti e stabili, per l’auto-sostenibilità nel tempo e per l’impatto sociale e di comunicazione nei confronti di tutta la comunità”.

 

 

Matteo Melley, presidente Fondazione Carispezia

 

Scarica il comunicato Torna ai comunicati stampa / anno 2016

Progetto grafico: tub.it
Realizzazione: emotiondesign.it