Comunicati stampa

Cure palliative domiciliari per i malati oncologici terminali

 

Rilevanti azioni sono state prese in questi mesi per portare avanti il percorso di gestione diretta dell’assistenza domiciliare ai malati oncologici terminali da parte dell’ASL 5 Spezzino. Fondazione Carispezia, che nel 2008 ha avviato il progetto insieme all’Azienda Sanitaria e all’Associazione Gigi Ghirotti Onlus – sezione Spezzina Apuana, prosegue il suo impegno a favore del servizio per ulteriori sei mesi, perseguendo l’obiettivo di sostenerne economicamente una parte dei costi di gestione, seppure inferiore rispetto agli anni precedenti, fintantoché non subentri interamente il ruolo pubblico. Si tratta del coronamento del ruolo che l’Ente deve esercitare nel nuovo sistema di welfare.

 

Circa un milione e mezzo di euro le risorse complessivamente destinate alle rete di cure palliative dalla Fondazione sino ad oggi, a cui si si sono uniti, dal 2012, l’impegno economico dell’ASL pari a 250 mila euro e la raccolta fondi dell’Associazione Gigi Ghirotti, che, grazie alle donazioni, ha potuto concorrere con risorse proprie pari a circa 90 mila euro.

 

Oltre a sostenere in maniera prevalente il costo attuale del servizio, l’Azienda Sanitaria ha predisposto, dall’anno scorso, un piano di implementazione del personale della Struttura Semplice Dipartimentale Cure Palliative che ha portato alla creazione un’unità medica dedicata – il responsabile della Struttura dr. Marco Bregnocchi – supportata da personale infermieristico appartenente ai tre Distretti socio-sanitari. A seguito di questa riorganizzazione, il numero dei pazienti presi in carico dagli operatori specializzati dell’Associazione Gigi Ghirotti ha subito una riduzione significativa, con parallelo incremento dei pazienti assistiti dalla Struttura aziendale di Cure Palliative. Inoltre, sono state recentemente richieste deroghe alla Regione Liguria per 2 dirigenti medici palliativisti e 6 infermieri dedicati, nell’ottica di una gestione autonoma del servizio. Unità infermieristiche e mediche manterranno un rapporto stretto con l’Associazione Gigi Ghirotti per quanto riguarda gli interventi socio-assistenziali, psicologici e di supporto alla persona che non rientrano nei compiti diretti dell’Azienda.

 

L’Azienda Sanitaria prende in carico il paziente attraverso la Struttura Semplice Dipartimentale Terapia del Dolore e Cure Palliative e assicura la prescrizione delle terapie, la fornitura dei farmaci e dei presidi terapeutici necessari. I malati terminali sono assistiti nel proprio domicilio sia dal personale dedicato dell’ASL sia dagli operatori specializzati della Gigi Ghirotti (infermieri, medici e psicologi): in tutto, sino ad oggi, 643 persone in tutta la provincia, con una media di 30 pazienti al mese.  La qualità del servizio offerto è provata dal fatto che non esiste alcuna lista d’attesa per accedere alle cure e i malati sono presi in carico nel più breve tempo possibile, comunque sempre entro le 72 ore previste dalle disposizioni ministeriali

 

L’assistenza gratuita al malato terminale può essere richiesta mediante segnalazione al centro di ascolto dell’Associazione Gigi Ghirotti da parte del medico di medicina generale, dei reparti ospedalieri, dei Distretti sociosanitari, del medesimo paziente o dei familiari previo accordo con il medico di famiglia. È inoltre attivo il numero verde 800 – 360331 tramite cui è possibile effettuare la richiesta di assistenza, che sarà tempestivamente valutata dal responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale Cure Palliative insieme al medico di medicina generale della famiglia. Per migliorare la conoscenza del servizio e l’accesso alle informazioni di base per poterne usufruire da parte delle famiglie e dei malati terminali che richiedano questo tipo di cure, Fondazione e ASL hanno promosso l’attivazione di un sito web che sarà online dalla metà del mese di aprile all’indirizzo www.curepalliative-sp.it.

Scarica il comunicato Torna ai comunicati stampa / anno 2015

Progetto grafico: tub.it
Realizzazione: emotiondesign.it