Comunicati stampa

10 anni di GOSP La Giovane Orchestra Spezzina festeggia il decennale con un concerto aperto a tutti

Per celebrare l’importante traguardo dei primi dieci anni di attività, GOSP – Giovane Orchestra Spezzina si esibirà in concerto, venerdì 14 luglio, all’Opificio della calibratura presso l’area dell’ex ceramica Vaccari di Santo Stefano di Magra.

In questi dieci anni GOSP ha condiviso numerose esperienze, si è esibita in molti concerti e soprattutto è stata un’opportunità di crescita e di aggregazione tanto per i ragazzi che ne hanno fatto parte quanto per i docenti che li hanno affiancati.

GOSP è un progetto avviato nel 2013, ideato e promosso da Fondazione Carispezia in collaborazione con i Distretti socio-sanitari provinciali. L’Orchestra, formata da bambini e adolescenti dai 5 ai 18 anni di tutto il territorio provinciale, si ispira a “El sistema”, un progetto visionario creato nel 1975 da José Antonio Abreu per fornire ai più giovani un ambiente formativo e di riscatto sociale attraverso l’insegnamento della musica.

La Giovane Orchestra Spezzina nasce per rafforzare l’inclusione sociale di ragazzi che vivono nel territorio. Le lezioni, tenute da giovani docenti diplomati al Conservatorio musicale “G. Puccini” della Spezia, si svolgono presso l’Oratorio Don Bosco alla Spezia, l’Oratorio del Canaletto, il Centro di Aggregazione Giovanile “Dario Capolicchio” a Ortonovo e la Comunità Educativa Assistenziale “La Casa di Gulliver” a Borghetto di Vara.

La docenza è affidata a Bequadro Società Cooperativa Sociale, una realtà locale ormai affermata nell’educazione musicale a fini sociali.

Sono oltre 500 i ragazzi che complessivamente in questi anni hanno frequentato l’Orchestra e molti di loro hanno anche scelto la musica come futura professione, iscrivendosi a Licei musicali e Conservatori italiani.

L’evento del 14 luglio, realizzato in collaborazione con il Comune di Santo Stefano di Magra, sarà una grande occasione per ripercorrere la storia di GOSP e ritrovare nell’Orchestra tutti i ragazzi che nel corso degli anni ne hanno fatto parte, i docenti che si sono succeduti nel tempo e tutti coloro che hanno sostenuto il progetto.

Il concerto sarà articolato in due parti e prevedrà, nella prima parte, l’esecuzione di alcuni brani del repertorio sinfonico classico e, nella seconda, l’esecuzione di brani di musica popolare. Nell’intermezzo, alcuni degli storici orchestrali di GOSP, iscritti ad oggi in diversi Conservatori d’Italia, eseguiranno un brano appositamente composto per loro da un docente dell’Orchestra.

 

Torna ai comunicati stampa / anno 2023

Progetto grafico: tub.it
Realizzazione: emotiondesign.it