Bando 1/2014 Bando di erogazione n.1 2014

Bando chiuso in data

1. PREMESSA

La Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia, soggetto giuridico di diritto privato senza fini di lucro e con piena autonomia statutaria e gestionale, per l’assegnazione delle proprie risorse finanziarie nell’esercizio 2014 si atterrà alla procedura che viene resa pubblica con il presente Bando di Erogazione.

In attuazione di quanto previsto dal vigente Documento Programmatico Pluriennale approvato dal Consiglio di Indirizzo, il presente Bando è volto a finanziare progetti, presentati da Organismi del Terzo Settore, esclusivamente riguardanti il settore:

2. OBIETTIVI

Il presente Bando intende favorire la realizzazione di progetti che vedano la partecipazione di Organismi del Terzo Settore nella predisposizione e realizzazione di iniziative svolte a favore di categorie sociali deboli.

2.1 AMBITI DI INTERVENTO

I progetti devono mirare, in maniera efficace e funzionale, all’avvio di attività inerenti uno solo dei seguenti ambiti di intervento:

a) Disabilità
Attività ludico-ricreative e/o di inclusione socio-lavorativa volte al miglioramento della qualità della vita di persone disabili e con disagio psichiatrico, realizzate all’esterno di centri dedicati che già beneficiano del sostegno della Fondazione.

b) Disagio giovanile
Attività innovative di sostegno per la tutela di minori e giovani a rischio di emarginazione sociale e dispersione scolastica, volte a potenziare le capacità genitoriali nella gestione e soluzione delle problematiche familiari.

c) Nuove povertà
Attività di start-up volte a fornire un sostegno a persone in condizione di disagio socio-economico attraverso interventi innovativi finalizzati al contrasto dell’emergenza abitativa e alimentare, che prevedano una limitata compartecipazione economica da parte del fruitore del servizio.

d) Servizi alla persona
Attività prevalentemente innovative di sostegno e promozione sociale a favore di anziani e soggetti in condizione di fragilità sociale con l’obiettivo di migliorarne la qualità di vita.

Le risorse finanziarie disponibili per il presente Bando sono pari a € 400.000.

3. SOGGETTI AMMISSIBILI

La partecipazione al Bando è riservata esclusivamente ad Associazioni di Volontariato, Cooperative Sociali ed altri Organismi del Terzo Settore aventi sede e/o operanti nella provincia della Spezia e nel territorio della Lunigiana che non abbiano ricevuto dalla Fondazione altri contributi economici diretti nel corso dell’esercizio 2014.

I soggetti richiedenti devono in ogni caso:
– perseguire scopi di utilità sociale o di promozione dello sviluppo economico;
– operare negli ambiti di intervento specificati al paragrafo precedente;
– non avere per statuto finalità di lucro.

L’assenza di finalità di lucro deve essere sancita con:

– il divieto di distribuire anche in modo indiretto utili o avanzi di gestione, nonché fondi riserve o capitale durante la vita dell’Ente;
– l’obbligo di devolvere il patrimonio dell’Ente in caso di suo scioglimento per qualsiasi causa, ad altro Ente senza fini di lucro o per fini di pubblica utilità.

Per le Cooperative Sociali l’assenza di finalità lucrative deve essere sancita con la presenza negli statuti dei requisiti mutualistici di cui all’art. 2514 del Codice Civile.

4. CRITERI DI AMMISSIBILITÀ

I progetti dovranno essere presentati da una partnership costituita da almeno tre Organismi del Terzo Settore che assumeranno un ruolo attivo nella co-progettazione e nell’implementazione del progetto. Ogni partnership individuerà un Soggetto Responsabile che coordinerà i rapporti tra i diversi soggetti della partnership con la Fondazione, anche in termini di rendicontazione.

Ogni Soggetto Responsabile potrà presentare un solo progetto.

I progetti dovranno prevedere risorse proprie del Soggetto Responsabile, ovvero di tutti i componenti la partnership, in una misura non inferiore, rispettivamente al 20% o al 30% dell’importo complessivo del progetto.

4.1 Modalità e termini previsti dal bando
I progetti dovranno pervenire entro il 16 maggio 2014 presso la sede della Fondazione (Via Domenico Chiodo n. 36, 19121 La Spezia) anche mediante invio telematico a

bandi@fondazionecarispezia.it

ed essere presentate sull’apposita modulistica, disponibile, come il testo del Bando, presso gli Uffici della Fondazione, le Agenzie di Carispezia Crédit Agricole ovvero sul sito internet www.fondazionecarispezia.it.

Alle richieste di contributo dovranno essere allegati:
– copia atto costitutivo;
-copia statuto vigente;
-copia dell’ultimo bilancio o rendiconto approvato;
– se esistente copia bilancio previsionale;
– curriculum vitae delle risorse umane e del ruolo dalle stesso svolto per la realizzazione del progetto.

5. CRITERI DI VALUTAZIONE

a) La selezione dei progetti e la determinazione dell’ammontare del contributo sono effettuati ad insindacabile giudizio del Consiglio di Amministrazione della Fondazione che si atterrà alle previsioni dello Statuto, del Regolamento di Erogazione e del presente Bando.

b) L’attività istruttoria è articolata in due fasi:
– la prima fase riguarda l’ammissibilità delle richieste di contributo rispetto a quanto stabilito dal presente Bando;
– la seconda fase, a cui accedono esclusivamente le richieste di contributo risultate ammissibili, è incentrata sulla valutazione dei singoli progetti.

c) Nello svolgimento delle attività di selezione delle richieste di contributo, il Consiglio di Amministrazione si atterrà ad una valutazione obiettiva dei progetti, ponendo in evidenza i risultati che il progetto è suscettibile di realizzare in relazione con i costi, diretti ed indiretti, materiali ed immateriali, che la sua realizzazione comporta.

d) L’attività di selezione si fonderà sulla valutazione obiettiva di cui al comma precedente tenendo altresì conto:
-della corrispondenza del progetto proposto con gli scopi generali della Fondazione e con quelli specificati nel Bando;
– della coerenza interna del progetto rispetto alle sue finalità;
– della attendibilità complessiva del progetto secondo le regole dell’arte, della tecnica e della scienza in esso implicate;
– della congruenza dei mezzi utilizzati e gli obiettivi perseguiti;
– dell’originalità del progetto e della sua capacità di perseguire in modo innovativo, efficiente ed efficace i fini specificati nel Bando;
– dell’entità del contributo economico proprio e dell’esistenza o meno di altri soggetti che finanzino il medesimo progetto e della consistenza di tali finanziamenti;
– del grado di incidenza del progetto sul territorio;
– della completezza della documentazione fornita.

e) In ogni caso verranno privilegiati i contributi a favore di progetti la cui realizzazione è prevista entro un arco temporale definito e che dimostrino la sostenibilità nel tempo, avuto riguardo della capacità di generare o raccogliere risorse in grado di assicurare continuità delle azioni proposte, una volta esaurito il contributo della Fondazione.

6. CONDIZIONI PER L’EROGAZIONE DEL CONTRIBUTO

a) L’erogazione del contributo avverrà dietro presentazione di:
-documentazione di spesa recante data non antecedente la data di delibera del contributo (copia di fatture e/o ricevute valide a fini fiscali) corredata da rendiconto riepilogativo comprensivo dell’indicazione delle fonti di finanziamento attivate per il progetto;
– relazione finale sui risultati conseguiti, sottoscritta dal legale rappresentante del Soggetto Responsabile, comprensiva di dichiarazione attestante l’osservanza degli impegni assunti.

La documentazione inerente eventuali rimborsi spese che il beneficiario abbia effettuato a favore di soggetti terzi sarà ammissibile solo se provvista di adeguati giustificativi. La Fondazione si riserva comunque la facoltà di valutare la congruità di tale documentazione rispetto al totale delle spese rendicontate ed al contenuto del progetto realizzato.

c) L’erogazione sarà comunque effettuata entro la fine del mese successivo alla data di presentazione di tale documentazione.

d) Qualora il progetto sia modificato o subisca una sensibile riduzione dei costi preventivati, sarà cura del Soggetto Responsabile informare preventivamente la Fondazione. La richiesta di contributo sarà quindi sottoposta nuovamente alla valutazione del Consiglio di Amministrazione. Di regola non saranno consentiti cambiamenti di destinazione dei contributi già assegnati rispetto al progetto originario.

e) Qualora la Fondazione, sulla base di quanto sopra indicato, ritenga la documentazione di spesa fornita in tutto o in parte non adeguata, il contributo erogato sarà proporzionalmente ridotto.

f) Eventuali richieste di erogazioni parziali a fronte di progetti su stati di avanzamento dovranno essere adeguatamente motivate. Anche in questo caso, le decisioni della Fondazione sono insindacabili.

La Fondazione si riserva di:
– svolgere visite e sopralluoghi al fine di verificare la realizzazione dei progetti oggetto di contributi;
– sospendere in ogni momento, o revocare, il contributo in caso di riscontrata irregolarità.

Qualora il progetto per il quale è stato concesso il contributo da parte della Fondazione non dovesse essere avviato entro 12 mesi dalla data della comunicazione al Soggetto Responsabile della concessione del contributo, il medesimo dovrà intendersi revocato, sempre che nel frattempo non siano intervenute fondate ed oggettive ragioni di rinvio della realizzazione che, a giudizio della Fondazione, consentano di mantenere l’impegno ad erogare il contributo concesso.

Ogni modalità di comunicazione e/o pubblicità relativa al contributo assegnato e alla realizzazione del progetto dovrà preventivamente essere concordata con gli uffici della Fondazione (comunicazione@fondazionecarispezia.it – telefono 0187 772331).

Per quanto non previsto dal presente Bando, si richiamano le disposizioni del Regolamento di Erogazione della Fondazione disponibile sul sito www.fondazionecarispezia.it.

Tutti i dati forniti saranno trattati nel rispetto delle previsioni del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 – recante il Codice in materia di protezione dei dati personali – per le sole finalità legali ed amministrative della Fondazione.

Per il Consiglio di Amministrazione
Il Presidente
avv. Matteo Melley

Progetto grafico: tub.it
Realizzazione: emotiondesign.it