News

26 marzo 2021

Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile: sondaggio Demopolis sulla didattica a distanza

CIB_DAD_2021_768x512px

A un anno dal suo ingresso, qual è l’opinione degli italiani sulla didattica a distanza (DAD)? Dal 15 marzo, con oltre la metà delle regioni italiane in rosso e la chiusura di tutti gli istituti di ogni ordine e grado, oltre 7 milioni di studenti sono rimasti a casa proseguendo la scuola con la didattica a distanza. Ma già prima circa 5,7 milioni di ragazzi e ragazze erano in DAD. Il sondaggio, con focus sui genitori con figli in età scolare e insegnanti, è promosso da Con i Bambini e realizzato da Demopolis.

I risultati saranno presentati lunedì 29 marzo alle 10.15 in diretta streaming sulla pagina Facebook e sul sito di Con i Bambini.

Introduce Carlo Borgomeo, presidente di Fondazione Con il Sud e Con i Bambini; illustra il sondaggio Pietro Vento, direttore dell’Istituto Demopolis; commenta Marco Rossi-Doria, vicepresidente di Con i Bambini.

 

————————————–

Il Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile nasce nel 2016 da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, con Governo e Terzo Settore. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD. Con i Bambini ha pubblicato ad oggi 11 bandi, selezionando complessivamente 384 progetti in tutta Italia. Nella gestione dei bandi, è stato introdotto l’elemento della valutazione di impatto. I progetti, sostenuti con oltre 302 milioni di euro, coinvolgono circa 500 mila bambini e ragazzi, insieme alle loro famiglie, che vivono in condizione di disagio, interessando direttamente oltre 6.700 organizzazioni, tra terzo settore, scuole, enti pubblici e privati.


Condividi
Stampa
Invia
X