News

20 novembre 2020

Programmazione 2021: almeno 3,5 milioni le erogazioni per il territorio

Il Consiglio d’Indirizzo della Fondazione Carispezia ha approvato il Documento Programmatico Previsionale 2021, in cui viene fornito l’aggiornamento agli obiettivi e all’attività della Fondazione rispetto a quanto indicato nella programmazione triennale 2020-2022.

Saranno almeno 3,5 milioni di euro le risorse destinate dalla Fondazione a sostegno del territorio della provincia della Spezia e della Lunigiana nel prossimo anno: la continuità nelle erogazioni a favore di progetti e iniziative verrà perciò garantita nonostante la situazione di grande incertezza economico-finanziaria generata dalla pandemia.

Il Documento definisce gli indirizzi strategici e le priorità di azione a partire dal confronto con i vari stakeholder e dall’ascolto dei bisogni, aggravati dall’emergenza Covid-19. Nell’ambito di questa programmazione verrà certamente ancora tenuto conto dell’evolversi della situazione sanitaria e delle relative necessità ed emergenze specifiche che potranno presentarsi sul territorio.

Per far fronte all’emergenza Covid-19 fino ad oggi sono state diverse le iniziative che la Fondazione ha messo in campo: interventi diretti al settore sanitario, come l’acquisto di attrezzature e materiali per le strutture ospedaliere, sostegno agli enti locali e alle organizzazioni del Terzo Settore (ong, associazioni, cooperative e imprese sociali) per servizi in aiuto a persone e famiglie in gravi difficoltà o a categorie fragili, supporto al mondo della scuola. Un insieme articolato di interventi a cui la Fondazione ha indirizzato circa 1,7 milioni delle risorse disponibili per quest’anno.

Nel 2021 accanto alle erogazioni – la cui stima prudenziale potrà ancora essere rivista a fronte di prospettive economiche e andamenti dei mercati finanziari più favorevoli – proseguiranno poi gli investimenti correlati alla missione, che si affiancano alla tradizionale attività istituzionale con l’obiettivo principale di generare ritorni sociali e/o economici per il territorio. In questo ambito, saranno destinati ulteriori 1,5 milioni di euro a iniziative di social housing già in atto promosse dal Fondo Housing Sociale Liguria – a cui la Fondazione partecipa insieme ad altri investitori – come il complesso di prossima costruzione nell’area ex fornaci Acam alla Spezia (via Fontevivo).

 

Erogazioni 2021

Si confermano 5 i settori a cui saranno destinate le risorse a disposizione nel 2021. Per ciascuno di questi settori sono stati individuati obiettivi e ambiti di intervento.

 

Welfare e Assistenza Sociale: 1,3 milioni di euro

Le tre principali priorità di intervento su cui sarà orientata l’azione della Fondazione sono:

  • Contrasto alle nuove povertà aggravate dall’emergenza Covid-19
  • Inclusione sociale delle fasce deboli della popolazione
  • Crescita educativa, sociale, professionale e lavorativa dei bambini/giovani

 

Nell’ambito del settore, per individuare in maniera condivisa bisogni ed emergenze specifiche sul territorio, proseguirà l’attività del Tavolo Sociale, strumento di consultazione permanente costituito nel 2011 a cui partecipano, oltre alla Fondazione, Distretti socio-sanitari provinciali, ASL 5 Spezzino, Società della Salute della Lunigiana, Forum del Terzo Settore, Centro di Servizio per il Volontariato “Vivere Insieme” e Caritas Diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato.

 

Arte e Cultura: 1,15 milioni di euro

Le aree di intervento previste in questo settore sono le medesime indicate nel documento programmatico triennale:

  • Identità culturale dei territori
  • Arti visive (fotografia, pittura, cinema, ecc.)
  • Arti performative (teatro, musica, danza, ecc.)
  • Approfondimento culturale
  • Valorizzazione del patrimonio storico-artistico locale

Nell’ambito della programmazione culturale, l’impegno della Fondazione sarà anche dedicato a ricercare nuove forme di ascolto e interazione con il tessuto culturale locale e le pubbliche amministrazioni per quanto di loro competenza.

In considerazione del protrarsi dell’emergenza sanitaria e degli effetti che si stanno ripercuotendo su tutte le attività culturali, la Fondazione approfondirà poi la possibilità di promuovere lo sviluppo di iniziative fruibili anche a distanza, valorizzando le risorse territoriali capaci di realizzare iniziative di qualità in questo settore.

 

Educazione e Formazione: 700 mila euro

Il principale impegno nel settore continuerà a essere l’Università spezzina, con il sostegno alla formazione e alla ricerca svolta dalla Fondazione Promostudi.

Oltre a ciò, proseguirà il sostegno al mondo della scuola per favorire la crescita delle nuove generazioni attraverso modalità di intervento che saranno condivise con il Tavolo dell’Istruzione primaria e quello dell’Istruzione superiore, con l’intento di individuare forme di supporto efficaci al percorso educativo e formativo dei più giovani.

Nel campo dell’educazione civica, saranno portati avanti progetti volti alla valorizzazione di strumenti digitali e alla sensibilizzazione su tematiche legate alla multiculturalità, all’ambiente e all’ecologia

Nel 2021 diventerà poi operativo Accademia, il nuovo spazio studi alla Spezia (in via Vanicella, angolo via Fazio) che verrà utilizzato per interventi formativi, rivolti in particolare al digitale, orientamento agli studi, al lavoro e allo sviluppo di idee imprenditoriali innovative.

 

Volontariato e Beneficenza: 250 mila euro

Le risorse a disposizione di questo settore saranno destinate alle seguenti iniziative:

  • Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile
  • Fondo Unico per il Volontariato
  • Fondazione Con il Sud

 

Attività Sportiva: 100 mila euro

In questo ambito verranno sostenuti interventi volti alla promozione dello sport da parte di realtà senza scopo di lucro con l’obiettivo di valorizzare percorsi di aggregazione, integrazione e inclusione sociale e di favorire corretti stili di vita.

 

Modalità di intervento

Le risorse disponibili potranno essere destinate a progetti propri, realizzati dalla Fondazione in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati, e progetti di terzi selezionati attraverso bandi di erogazione.

Per affrontare le crescenti necessità del territorio, proseguirà inoltre il percorso di crescita e supporto delle realtà non profit operanti sul territorio, attraverso percorsi formativi volti anche a rafforzarne la capacità e le competenze necessarie per attrarre ulteriori fonti di finanziamento.

 

 

“Il Documento Programmatico 2021 traccia le linee principali che caratterizzeranno l’azione della Fondazione per il prossimo anno, nella consapevolezza che una delle sfide più importanti nello svolgere il nostro ruolo di sostegno al territorio sarà quella di intercettare i nuovi bisogni generati dalla pandemia e individuare le priorità su cui intervenire. Nonostante l’impatto della crisi sul sistema economico-finanziario riusciremo comunque a non far mancare il nostro supporto al tessuto sociale, alla cultura e alla crescita delle nuove generazioni, che sebbene siano le meno colpite dal punto di vista sanitario saranno quelle che ne subiranno maggiormente le conseguenze. Nel fare ciò cercheremo sempre più di creare sinergie con le altre componenti del territorio, non solo mettendo in campo risorse finanziarie ma cercando di promuovere e rafforzare la coesione della nostra comunità come condizione fondamentale per superare la fase critica che stiamo vivendo”.

Andrea Corradino, Presidente della Fondazione Carispezia


Condividi
Stampa
Invia
X