News

11 maggio 2020

Emergenza Coronavirus: Microcredito, un aiuto per persone e famiglie in difficoltà

Il Microcredito, nato nel 2013 dalla collaborazione tra Fondazione Carispezia, Crèdit Agricole Italia, Caritas diocesana La Spezia-Sarzana-Brugnato e Distretti socio-sanitari provinciali, è un servizio attivo per aiutare persone e famiglie del territorio che si trovano in condizioni di particolare vulnerabilità economica o sociale e non riescono ad accedere ai finanziamenti bancari ordinari. Situazioni attualmente rese ancora più difficili dall’emergenza Covid-19 e che hanno generato un aumento delle “nuove povertà”, che comprendono anche persone e nuclei familiari sconosciuti alla rete dei servizi prima della pandemia.

Il Microcredito Sociale prevede la concessione di un prestito fino a un massimo di 3.500 euro rimborsabile in massimo 48 rate ed è finalizzato alla copertura di uno stato d’emergenza causato dalla difficoltà di far fronte a situazioni impreviste quali spese mediche particolarmente onerose, spese legate alla propria abitazione, inserimento lavorativo, anticipi su indennità previdenziali, spese legali ecc. Da marzo 2014 l’importo del prestito erogabile è ulteriormente aumentato fino ad un massimo di 5.000 euro grazie all’attivazione del servizio Microcredito per la Casa, che offre la possibilità ai beneficiari di far fronte in particolare alle spese per il mantenimento dell’alloggio o l’avvio di una nuova locazione. Il finanziamento potrà essere rimborsato entro massimo 5 anni. Le domande vengono inoltrate ad un Comitato di valutazione che si occupa di verificare l’istruttoria e di individuare i potenziali beneficiari del prestito.

Grazie al fondo di garanzia di 200 mila euro messo a disposizione dalla Fondazione per coprire eventuali insolvenze, Crèdit Agricole Italia eroga i finanziamenti ad un tasso fisso particolarmente agevolato e senza nessuna commissione bancaria.
Un gruppo di volontari, esperti del settore, attraverso uno sportello dedicato al servizio presso l’Episcopio alla Spezia, svolge attività di supporto ai beneficiari, monitorando i prestiti e realizzando un’importante attività di educazione finanziaria.

Gli interessati possono chiedere informazioni e presentare domanda rivolgendosi allo sportello gestito dai volontari il lunedì e il giovedì presso l’Episcopio (via don Minzoni, 64 La Spezia) su appuntamento (0187 730150); Caritas inoltre riceve sempre su appuntamento, oltre che presso l’Episcopio, anche all’Emporio della Solidarietà di Sarzana telefonando allo stesso numero 0187 730150. Per il territorio della Lunigiana è possibile recarsi presso la sede della Misericordia di Pontremoli (0187 830049). Per informazioni è possibile inoltre rivolgersi ai servizi sociali comunali dei distretti socio-sanitari che aderiscono al progetto.

 

Nell’ambito degli aiuti alle famiglie Fondazione e Crèdit Agricole Italia hanno inoltre attivato “Finanziamo gli studi”, un’iniziativa promossa in collaborazione con la Caritas Diocesana per sostenere la formazione degli studenti universitari, supportandoli nel pagamento delle tasse di iscrizione e di tutte le altre spese connesse agli studi. L’offerta è aperta a studenti intenzionati a iscriversi o che già frequentano l’università (corsi di laurea triennale, specialistica, a ciclo unico), corsi di specializzazione post diploma o post laurea e master, che saranno selezionati per requisiti di merito scolastico. Fondazione Carispezia inoltre fornirà a favore degli studenti meritori e con ISEE familiare inferiore ai 50.000 euro la garanzia sul regolare rimborso del finanziamento. Per tutti i dettagli è possibile rivolgersi presso le filiali della banca sul territorio.


Condividi
Stampa
Invia
X