News

Presentata la XIII edizione del Festival della Mente – Sarzana 2/4 settembre

E’ stata presentata questa mattina alla Triennale di Milano la tredicesima edizione del Festival della Mente, il primo festival in Europa dedicato alla creatività, che si svolge a Sarzana dal 2 al 4 settembre 2016 con la direzione scientifica di Gustavo Pietropolli Charmet e la direzione artistica di Benedetta Marietti. Il festival è promosso dalla Fondazione Carispezia e dal Comune di Sarzana.

Tre giornate con 61 relatori italiani e internazionali e 39 appuntamenti tra incontri, workshop, spettacoli e momenti di approfondimento culturale dedicati ai processi creativi. Filo conduttore dell’edizione 2016 è lo spazio, indagato con un linguaggio accessibile per un pubblico ampio e intergenerazionale da grandi scienziati, scrittori, artisti, fotografi, architetti, filosofi, psicologi, storici, in relazione ai cambiamenti, alle tematiche e ai problemi del vivere contemporaneo.

La sezione per bambini e ragazzi, quest’anno curata da Francesca Gianfranchi, è un vero e proprio festival nel festival con 30 ospiti e 22 eventi (45 con le repliche) ed è realizzata con il contributo di Carispezia Crédit Agricole.

Quest’anno sono più di 500 i giovani volontari, anima del festival, che contribuiscono con il loro impegno ed entusiasmo a creare il clima di accoglienza che ha sempre decretato l’unicità del Festival della Mente.

“Il festival sarà come sempre dedicato all’indagine dei processi creativi, e quest’anno abbiamo scelto come filo conduttore la parola “spazio”” dichiarano Gustavo Pietropolli Charmet e Benedetta Marietti “Dallo spazio urbano allo spazio interstellare, dallo spazio delle relazioni allo spazio geometrico, “spazio” è un concetto molto attuale, che racchiude molteplici significati e può essere letto in molti modi. Attraverso il concetto di spazio è possibile così indagare i più importanti temi della contemporaneità e affrontare campi diversi del sapere, “spaziando” dalle più recenti scoperte scientifiche agli ambiti di pensiero artistico e umanistico, in linea con la vocazione multidisciplinare e divulgativa del Festival della Mente”.

Ha commentato così il presidente della Fondazione, Matteo Melley: “Tra i molteplici eventi di approfondimento culturali italiani, il Festival della Mente si è dato l’ambizioso obiettivo di offrire al suo pubblico, accanto a un panorama delle più originali espressioni della creatività, anche una serie di stimoli culturali ed intellettivi destinati a diffondersi e consolidarsi oltre la durata della manifestazione, divenendo una sorta di “cassetta degli attrezzi” con cui affrontare le complessità del quotidiano. Il valore del Festival – al di là dei risultati dell’affluenza dei partecipanti, della sostenibilità economica e delle ricadute sul territorio, di cui qualsiasi “investitore culturale” deve comunque tener conto – risiede infatti nella capacità di trasmettere impulsi e strumenti di riflessione sempre nuovi per interpretare la società in cui viviamo. Di anno in anno le idee diffuse dagli ospiti del Festival hanno contenuti più vari, complessi e originali, secondo prospettive spesso mai utilizzate in precedenza per indagare alcuni dei temi più attuali del nostro tempo. L’intensità con cui si vive il Festival e la sua capacità di fornire strumenti per aiutarci a leggere la complessità del presente costituiscono il più significativo risultato delle scelte strategiche compiute dalla nostra Fondazione in ambito culturale”.

Programma completo su www.festivaldellamente.it
Biglietti in vendita dal 15 luglio sul sito del festival e nei punti vendita segnalati qui

Ultime notizie

Tutte le news

Progetto grafico: tub.it
Realizzazione: emotiondesign.it