News

Prorogata al 14 maggio la mostra IL CORPO DEL COLORE con nuove opere esposte

Sarà prorogata fino al 14 maggio negli spazi espositivi della Fondazione (via D. Chiodo 36 – La Spezia) la mostra IL CORPO DEL COLORE – La pittura neoromantica ed espressionista italiana degli anni Trenta. Opere dalla Collezione Giuseppe Iannaccone.

Data la grande attenzione da parte del pubblico, la mostra, inizialmente prevista fino a domenica 2 aprile, rimarrà aperta al pubblico tutti i giorni fino a domenica 14 maggio, con l’arricchimento nel percorso espositivo di nuove opere inedite provenienti sempre dalla Collezione Giuseppe Iannaccone, tra le più importanti collezioni private di arte italiana tra le due guerre.

Tra le nuove opere in mostra anche un capolavoro da poco restaurato dell’artista Aligi Sassu, mai esposto in pubblico. In questo modo verranno creati nuovi stimoli visivi e sinergie tra le tele e le sculture già esposte, rinnovando l’interesse dei visitatori nei confronti di questa retrospettiva italiana sugli anni tra le due guerre.

Oltre alle opere di Scipione, Badodi, Guttuso, Fontana, Birolli, Rosai, de Pisis, Afro e dei molti altri artisti protagonisti della mostra, arriveranno nelle sale espositive di Fondazione Carispezia nuove tele dei pittori Jessie Boswell, Francesco De Rocchi, Carlo Levi, Umberto Lilloni, Fausto Pirandello, Italo Valenti e Alberto Ziveri, oltre al già citato Aligi Sassu.

L’approfondimento delle opere sarà sempre affidato a una serie di podcast, fruibili in mostra attraverso appositi QR Code, che guideranno il pubblico in un’esperienza polisensoriale, in cui il racconto è affidato oltre che a una voce narrante alle parole stesse del collezionista, l’avvocato Giuseppe Iannaccone.

Per consentire il riallestimento delle sale, la mostra chiuderà al pubblico nella giornata di venerdì 31 marzo per riaprire rinnovata sabato 1 aprile.

Orari di apertura validi dal 1 aprile al 14 maggio:

dal lunedì al venerdì 16.30-19.30

sabato, domenica e festivi 10.30-13.00 e 16.30-19.30

Ingresso libero

Rivoluzionari del sentimento, dei temi, del colore: artisti che non hanno paura di essere incarcerati, esclusi e relegati pur di dare una lettura chiara, intima e reale del proprio vissuto: sono i protagonisti della mostra IL CORPO DEL COLORE, a cura di Collezione Giuseppe Iannaccone. La scelta delle opere prevede il colore come elemento centrale, manifesto programmatico e spirituale di un’arte nuova, mezzo espressivo caratterizzante dei singoli artisti ma anche strumento di dialogo tra loro; in sei sale, il percorso espositivo non segue una sequenza cronologica o geografica, ma affronta temi intimi e universali – la guerra, le disuguaglianze, la degenerazione sociale – che evidenziano l’intensità del momento storico e i sentimenti più nascosti degli artisti.

Immagine: Aligi Sassu, Battaglia dei tre cavalieri, 1941 Olio su tela 200×200 ©SIAE Aligi Sassu 2022

Ultime notizie

Tutte le news

Progetto grafico: tub.it
Realizzazione: emotiondesign.it