Comunicati stampa

3 agosto 2021

SUPERATA LA META’, CONTINUA IL CROWFUNDING PER IL DORMITORIO CARITAS Su CrowdForLife la raccolta fondi per la ‘Locanda il Samaritano’

Ha superato i 50 mila euro, il 50%
dell’obiettivo finale, la raccolta fondi online lanciata da Caritas diocesana La Spezia –
Sarzana – Brugnato, per la realizzazione del nuovo dormitorio per senza dimora la
‘Locanda il Samaritano’.
Un obiettivo conseguito grazie al contributo di Fondazione Carispezia che ha donato 15
mila euro, raddoppiando così’ il primo step raggiunto, e alla solidarietà di tanti privati e
aziende del territorio che hanno voluto dare il loro supporto alla nascita della nuova
struttura che accoglierà fino a 27 persone senza casa.
La raccolta online lanciata sul sito www.ca-crowdforlife.it – la nuova piattaforma dedicata
al crowfunding del gruppo bancario Crédit Agricole Italia – andra’ avanti fino al 30
settembre e punta a raggiungere la cifra di 100 mila euro.
Per dare il proprio contributo e’ sufficiente cliccare sulla raccolta a sostegno della
‘Locanda il Samaritano’ e scegliere se donare tramite carta di credito o bonifico
bancario.·Una volta effettuata la donazione si riceverà una conferma tramite mail con in
allegato la ricevuta fiscale.
‘’Se si sogna da soli è solo un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia.” Con
questo proverbio africano’’, ha dichiarato don Luca Palei, direttore di Caritas diocesana La
Spezia – Sarzana – Brugnato, ‘'voglio ringraziare tutti gli spezzini, da sempre compagni di
viaggio in sogni, che sono diventati e diventano, realtà. Grazie di cuore per quanto fatto,
abbiamo ancora bisogno del vostro aiuto concreto, perché La Locanda il Samaritano
possa entrare in attività; possa aprire le porte, ed essere luogo di rifugio e di speranza!
La nuova ‘Locanda il Samaritano’ sorgerà nel quartiere di Pegazzano, nell’ala orientale
del complesso ‘Cittadella della Pace’ attualmente dismesso e in stato di declino. Un tempo
magazzini di munizioni e pezzi di artiglieria in uso alla Marina Militare a partire dal 1800,
gli edifici della Cittadella della Pace si trasformeranno così in un luogo di pace e
solidarietà.

X