Comunicati stampa

16 ottobre 2019

“Concerti a Teatro” – Stagione 2020

“Concerti a Teatro”, la rassegna di musica classica promossa e organizzata da Fondazione Carispezia, torna per la settima edizione con undici appuntamenti in programma da gennaio ad aprile 2020.

 

La stagione musicale si amplia rispetto alla scorsa edizione e apre ad una nuova collaborazione con il Teatro degli Impavidi di Sarzana, che si affianca a quella con il Teatro Civico della Spezia.

Saranno quindi nove gli appuntamenti alla Spezia e due a Sarzana, arricchiti dal consueto programma collaterale dedicato alla divulgazione musicale: le guide all’ascolto prima dell’inizio dei concerti e gli incontri con gli artisti ospiti della stagione rivolti in particolare agli studenti di musica del territorio.

«La rassegna “Concerti a Teatro” è riuscita nell’intento originario di avvicinare alla musica classica, anno dopo anno, un pubblico sempre più ampio e trasversale – afferma Claudia Ceroni, presidente della Fondazione – composto in gran parte da giovani e studenti. Questa nuova stagione si caratterizzerà, come sempre, per la qualità e la varietà dei concerti – tre in più rispetto all’edizione passata – e vedrà per la prima volta il coinvolgimento, accanto al Teatro Civico, del Teatro degli Impavidi di Sarzana. Siamo certi che il pubblico saprà apprezzare queste scelte, partecipando numeroso ai concerti e contribuendo così a far crescere l’attenzione e la passione per la musica classica sul nostro territorio».

Il cartellone di “Concerti a Teatro” prevedrà anche quest’anno un equilibrio di stili e di forme musicali, con un’offerta concertistica in cui il repertorio della tradizione giocherà con l’innovazione e l’originalità dell’interpretazione degli artisti.

Tra gli ospiti in programma sono attesi alcuni dei nomi più rinomati del panorama musicale internazionale, come le sorelle Labèque, il duo pianistico più celebre al mondo, il violinista Andrés Gabetta con il suo ensemble barocco d’archi e il violoncellista Giovanni Sollima. Il programma musicale di ogni serata presenterà opere importanti della musica classica, senza dimenticare i linguaggi contemporanei. Tornerà inoltre, all’interno del cartellone, uno spettacolo speciale, che unirà danza contemporanea e musica.

«Credo che stiamo vivendo un periodo molto vivace per la musica classica – commenta Miren Etxaniz, direttore artistico della rassegna – in cui tanti dogmi del Novecento sono caduti lasciando ampio spazio alla creatività e alla libertà musicale, con tutte le opportunità e i rischi che questo può provocare. In questo mutato contesto, osare non temendo il rinnovamento contribuisce a rendere la musica classica un’espressione attuale e trasforma i teatri in luoghi vivi e non soltanto “musei di bellezza”».

Anche per questa edizione Fondazione Carispezia garantisce il contenimento del costo dei biglietti e degli abbonamenti per gli spettacoli, con particolare riguardo alle nuove generazioni.

 

La campagna abbonamenti avrà inizio lunedì 21 ottobre per chiudersi martedì 28 gennaio: 90 euro rimane il costo massimo per i 9 appuntamenti in programma al Teatro Civico della Spezia, 65 euro il costo riservato per gli aventi diritto al prezzo ridotto; 35 euro per gli studenti universitari e i giovani under 19. Fino al 3 novembre sarà applicato il diritto di prelazione riservato agli abbonati alla stagione precedente.

 

Dal 21 ottobre inizierà la prevendita dei concerti al Teatro degli Impavidi, mentre i biglietti per i singoli concerti al Teatro Civico della Spezia saranno in vendita a partire dal 27 dicembre. È prevista inoltre la vendita online sul sito www.vivaticket.it, con le medesime tempistiche.

 

 

 

Programma Stagione 2020

 

 

 

Martedì 28 gennaio – Teatro Civico La Spezia

Gabetta Consort

Andrés Gabetta violino e direzione

Mario Stefano Pietrodarchi bandoneon

 

Le Quattro Stagioni di Vivaldi e di Piazzolla si intrecciano in un dialogo tra il violino del musicista argentino Andrés Gabetta – con il suo ensemble – e il bandoneon di Mario Stefano Pietrodarchi. Il tango “danza” con il barocco in un spettacolo unico che propone un percorso musicale originale ricco di emozioni e senza frontiere di stile.

 

Programma: Vivaldi – “Quattro Stagioni” | Piazzolla – “Cuatro Estaciones Porteñas” | Molinelli – “Estate Reloaded”

 

 

Martedì 4 febbraio – Teatro degli Impavidi Sarzana       

Quartetto Belcea

Corina Belcea violino

Axel Schacher violino

Antoine Lederlin violoncello

Krzysztof Chorzelski viola

 

Per festeggiare il 25° anniversario della sua formazione il Quartetto Belcea, attualmente residente nella nuova Pierre Boulez Saal di Berlino e nella Konzerthaus di Vienna, propone nelle più prestigiose sale da concerto il ciclo dedicato ai Quartetti d’archi di Beethoven in occasione dei 250 anni dalla nascita del compositore.

 

Programma: Beethoven – Quartetto op. 18 n.5; Quartetto op. 59 n. 3 “Razumovsky”; Quartetto op. 127

Martedì 11 febbraio – Teatro Civico La Spezia    

Katia e Marielle Labèque pianoforti

 

Il duo pianistico più celebre al mondo, vera icona della musica classica, oltre a interpretare Maurice Ravel, trasporterà il pubblico nelle sonorità originarie americane con l’esecuzione di brani del minimalista Philip Glass e di opere scritte appositamente per loro dal chitarrista Bryce Dessner, senza dimenticare le pagine musicali più conosciute di West Side Story di Bernstein.

 

Programma: Ravel – “Ma mère l’Oye” | Bernstein – Song’s from “West Side Story” | Philip Glass – 4 Movements | Bryce Dessner – “El Chan”

 

 

Giovedì 20 febbraio – Teatro Civico La Spezia

Federico Colli pianoforte

Quartetto Guadagnini

Fabrizio Zoffoli violino

Cristina Papini violino

Matteo Rocchi viola

Alessandra Cefaliello violoncello

 

Il Quartetto Guadagnini, tra le più promettenti formazioni cameristiche d’Europa, e il pianista Federico Colli, definito dalla rivista britannica Gramophone come uno dei pensatori più originali della sua generazione, ‒ per la prima volta insieme ‒ suoneranno alla Spezia il capolavoro cameristico di Schumann: il Quintetto con pianoforte.

 

Programma: Mozart – Quartetto n. 1 KV 80 | Schumann – Quintetto op. 44 | Shostakovich – Quartetto n. 8 op. 110

 

 

Giovedì 5 marzo – Teatro Civico La Spezia

Cristina Zavalloni voce

Tetraktis Percussioni Gianluca Saveri, Laura Mancini, Gianni Maestrucci, Leonardo Ramadori

 

La versatile voce di Cristina Zavalloni incontra le percussioni in un repertorio classico novecentesco. La fusione dei primi due suoni della storia dell’uomo ‒ la voce e la percussione ‒ ha affascinato artisti e compositori e in molte tradizioni popolari del mondo resta ancora fonte di passione, divertimento, preghiera e tradizione.  Il programma si ispira proprio alla musica popolare ma con uno sguardo rivolto al contemporaneo.

 

Programma: John Cage – “Third Construction”; “The wonderful widow of eighteen springs”; “Aria” | Ligeti – “Síppal, dobbal, nádihegedüvel” | Hans Werner Henze – “Fünf Neapolitanische Lieder”

 

 

 

Lunedì 16 marzo – Teatro Civico La Spezia

Nikolai Lugansky pianoforte

 

Raffinatezza, sensibilità e virtuosismo strabiliante sono le definizioni che più contraddistinguono il pianista russo Nikolai Lugansky. Nell’aprile 2013 gli è stato assegnato il riconoscimento di Artista del Popolo della Russia. Alla Spezia eseguirà, oltre ai preludi di Rachmaninov, brani a lui molto cari, due sonate di Beethoven e il Preludio, corale e fuga di Franck, opera di eccezionale bellezza e di raro ascolto nelle sale da concerto.

 

Programma: Beethoven – Sonata op. 101; Sonata op. 57 “Appassionata” | Franck – Preludio, corale e fuga | Rachmaninov – 8 Preludi op. 23 n.1, 3, 6, 7, 8, 9, 4, 5

 

 

Mercoledì 25 marzo – Teatro degli Impavidi Sarzana

Mariangela Vacatello pianoforte

 

Mariangela Vacatello inizia la sua carriera giovanissima e si impone sulla scena internazionale all’età di 17 anni, col 2° premio al concorso Liszt di Utrecht. Da quel momento annovera riconoscimenti ai concorsi Busoni di Bolzano, Van Cliburn in Texas, Queen Elizabeth di Bruxelles, The Solti Foundation Award e molti altri. Nel 2019 si è esibita nel concerto inaugurale della stagione dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretta da James Conlon.

 

Programma: Schumann – “Kreisleriana” op. 16 | Chopin – Sonata n. 3 op. 58

 

 

Martedì 31 marzo – Teatro Civico La Spezia

Giovanni Sollima violoncello

Avi Avital mandolino

 

Giovanni Sollima, violoncellista di fama internazionale, è il compositore italiano più eseguito al mondo. Insieme ad Avi Avital, primo solista di mandolino a essere nominato per un Grammy Award classico e uno dei principali ambasciatori del suo strumento, proporrà un viaggio musicale attraverso canti popolari, danze, componimenti sacri e profani, dal kletzmer all’arbëreshë di Sicilia, senza tralasciare il Barocco, il ‘900 e la musica dei nostri giorni.

 

Programma: Frescobaldi – Canzon Terza | Scarlatti – Sonata K 89 | Eliodoro Sollima – “Tarantella orientale” | Giovanni Sollima – “Alep”; “Federico II” | musiche tradizionali et al.

 

 

Lunedì 6 aprile – Teatro Civico La Spezia           

Alexandra Dovgan pianoforte

 

Giovane talento tredicenne moscovita, nel 2018 ha inaugurato il Mariinskj International Festival insieme a Denis Matsuev e Vladimir Gergiev; l’anno seguente ha debuttato alla Philarmonie di Berlino, al Teatro Champs Elysées di Parigi e, in Italia, al Festival Pianistico Brescia-Bergamo. Di questa giovanissima pianista Grigory Sokolov ha detto “il suo talento è armonioso in modo raro, la sua maniera di suonare è autentica e concertata. Prevedo un gran futuro per lei”.

 

Programma: Beethoven – Sonata op. 13 “Patetica” | Schubert – Sonata in la maggiore D 664 | Chopin – “Andante Spianato et Grande Polonaise Brillante” op. 22 | Rachmaninov – 5 Preludi op. 23 n. 4, 6, 7; op. 32 n. 10 e 12

 

 

Venerdì 17 aprile – Teatro Civico La Spezia

Martin Fröst clarinetto

Vikingur Ólafsson pianoforte

 

Martin Frost è considerato uno dei più entusiasmanti artisti nel mondo degli strumenti a fiato e la sua personalità dirompente, unita alle raffinate doti musicali, ne fanno uno dei clarinettisti più richiesti a livello internazionale. Il 2020 lo vedrà protagonista di una tournée in Italia con Vikingur Ólafsson, pianista definito dal New York Times “Glenn Gould d’Islanda” per il suo virtuosismo esplosivo e la curiosità intellettuale.

 

Programma: Brahms – Sonata op. 120 n. 2; Danze ungheresi | Bartók – Danze rumene | Ólafsson/Fröst – Danze popolari svedesi e islandesi | Poulenc – Sonata per clarinetto e pianoforte           

 

 

Martedì 28 aprile – Teatro Civico La Spezia

DEOS – Danse Ensemble Opera Studio

“Portrait à danser” – Spettacolo di danza e musica

in collaborazione con Centro Studi Danza di Loredana Rovagna

 

coreografia: Giovanni Di Cicco

Giuseppe Francese, viola

 

Il coreografo Giovanni Di Cicco e il musicista Giuseppe Francese presentano Portrait à danser, cinque ritratti musicali per un violista e sei danzatori. Di Cicco concepisce e coordina presso la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova la compagnia DEOS (Danse Ensemble Opera Studio) che, per le sue caratteristiche contemporanee, rappresenta un progetto sperimentale nel panorama degli enti lirici italiani. Giuseppe Francese è vincitore del concorso per viola dell’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova.

 

 

Inizio spettacoli: ore 21.00.

 

 

Guide all’ascolto, curate da docenti di musica e musicisti del territorio (il giorno stesso del concerto alle ore 18.00 – presso Ridotto del Teatro Civico o Ridotto del Teatro degli Impavidi), e incontri con gli artisti ospiti della stagione: ingresso libero.

 

 

Info e programma completo: www.fondazionecarispezia.it – tel. 0187 258617.

 

 


Condividi
Stampa
Invia
X