Comunicati stampa

16 gennaio 2018

Ultimi giorni per abbonarsi alla nuova stagione di “Concerti a Teatro”

 

Sei appuntamenti con la grande musica classica

al via il 25 gennaio al Teatro Civico della Spezia

 

Dopo il successo del concerto di Natale gratuito dedicato al gospel, si avvicina l’avvio della nuova stagione di Concerti a Teatro, la rassegna di musica classica promossa dalla Fondazione Carispezia che, da giovedì 25 gennaio, porterà in scena al Teatro Civico un cartellone variegato e di prestigio, arricchito dal consueto programma dedicato alla divulgazione musicale.

Sei appuntamenti con la grande musica classica, che vedranno protagonisti interpreti internazionali, incluso uno speciale evento che unirà musica e danza nell’ottica della sperimentazione artistica, novità di questa stagione.

 

C’è tempo fino al 25 gennaio – data del primo appuntamento in cartellone – per sottoscrivere, presso la biglietteria del Teatro, l’abbonamento con cui accedere a tutti gli eventi al prezzo più conveniente: 70 euro è il costo massimo per i sei appuntamenti, 50 euro il costo riservato per gli aventi diritto al prezzo ridotto (giovani under 26, studenti, adulti over 65, gruppi organizzati, associazioni di legge, abbonati alla stagione teatrale del Teatro Civico, tesserati Spazio 32), 30 euro per gli studenti universitari e 25 euro per i giovani under 19. Un’offerta che riconferma la politica di contenimento del costo dei biglietti adottata dalla Fondazione per incentivare la partecipazione del pubblico, con particolare riguardo alle giovani generazioni.

È inoltre attiva la prevendita dei biglietti dei singoli concerti sempre presso il Teatro Civico e online sul sito www.vivaticket.it con una serie di agevolazioni per diverse categorie di pubblico.

 

La stagione, con la direzione artistica di Miren Etxaniz, si aprirà giovedì 25 gennaio, alle ore 21.00, con il concerto del violinista greco Leonidas Kavakos – già vincitore del Premio Paganini di Genova e insignito quest’anno del Premio Sonning, una delle più alte onorificenze musicali internazionali, assegnato per la prima volta nel 1955 al compositore Igor Stravinskij – seguito da Lilya Zilberstein, musicista di grande sensibilità che Martha Argerich ha definito “una pianista perfetta, con uno stile di gioco totalmente naturale”. Con l’enfant prodige Daniel Lozakovich e Alexander Romanovsky – pianista vincitore del Concorso Busoni – si guarderà al futuro della musica classica internazionale, mentre con il Trio Carbonare-Cipriano-Cormani, nato intorno alla figura del brillante clarinettista Alessandro Carbonare, sarà la volta di un ensemble italiano di eccellenza, versatile e di grande impatto. La proposta contemporanea di quest’anno, realizzata in collaborazione con il Centro Studi Danza di Loredana Rovagna, prevede un dialogo tra le arti con lo spettacolo di musica e danzaLa Morte e la Fanciulla” della compagnia Abbondanza/Bertoni – tra le più prolifiche realtà di teatro-danza in Italia – ispirato al noto quartetto di Schubert, che verrà eseguito dal Quartetto d’archi Nur Fort.

Gran finale della stagione sarà il concerto dell’Amsterdam Baroque Orchestra & Choir, che sotto la direzione di Ton Koopman – direttore d’orchestra olandese, fra i più grandi musicisti di tutti i tempi – si cimenterà in uno dei più straordinari brani della storia della musica occidentale: la “Passione secondo Giovanni di J. S. Bach.

 

Tutti i concerti saranno anticipati da una “Guida all’ascolto” che verrà offerta al pubblico nel ridotto del Teatro Civico il giorno stesso del concerto alle ore 18.00, per approfondire, grazie all’intervento di musicisti ed esperti del territorio, compositori e musiche in programma.


Condividi
Stampa
Invia
X