News

5 dicembre 2017

“Integrazione e inclusione: una sfida possibile”: online il nuovo bando nel settore Welfare e Assistenza Sociale

E’ online il nuovo bando nel settore del Welfare e Assistenza Sociale “Integrazione e inclusione: una sfida possibile”, volto a favorire l’inclusione sociale di persone anziane e disabili e a supportare le famiglie nella prevenzione del disagio giovanile, con una disponibilità di risorse pari a 500.000 euro.

Si tratta di bisogni prioritari per il territorio condivisi dal Tavolo Sociale ed evidenziati dai risultati della ricerca “Analisi dei bisogni del territorio della provincia della Spezia e della Lunigiana” condotta dall’Istituto per la Ricerca Sociale – IRS.

Il bando è rivolto a finanziare progetti della durata biennale presentati da organismi del Terzo Settore, in qualità di Soggetto Responsabile, riuniti in forti e stabili partenariati, che prevedano sperimentazioni innovative e sostenibili nel tempo, oltre che attività di valutazione degli esiti e dell’impatto sul territorio degli interventi messi in campo, da realizzarsi anche attraverso un lavoro congiunto tra Fondazione e organizzazione proponente al termine delle azioni progettuali.

immaginefb

Presentazione del bando

 

Continua il processo di accompagnamento e di supporto alle organizzazioni nella costruzione e nella presentazione dei progetti già avviato dalla Fondazione per i bandi passati.

 

  • Lunedì 11 dicembre, alle ore 16.30, è previsto presso la sede della Fondazione (via D. Chiodo 36 La Spezia) un incontro di presentazione del bando e delle nuove procedure di invio dei progetti tramite il portale ROL – Richieste e Rendicontazione On Line.

Per partecipare all’incontro è necessaria l’iscrizione.

 

  • Nel mese di gennaio si terrà inoltre una giornata di formazione relativa a contenuti e metodologie progettuali inerenti la valutazione dell’impatto complessivo degli interventi sul territorio. A breve verrà comunicata sul sito la data dell’incontro.

Gli obiettivi del bando

 

I progetti dovranno riguardare uno dei seguenti ambiti di intervento:

a) realizzazione di percorsi innovativi volti alla cura prevalentemente domiciliare degli anziani, attraverso una o più delle seguenti azioni:

  • contrasto della solitudine e miglioramento delle condizioni psico-fisiche
  • valorizzazione delle risorse di comunità e di buon vicinato
  • sperimentazioni di forme di co-housing

b) promozione di iniziative volte alla prevenzione del disagio di famiglie con minori adolescenti, sia affettivo che sociale, attraverso una o più delle seguenti azioni:

  • tutoring personalizzato volto alla tutela dei minori in partenariato obbligatorio con i Servizi Sociali
  • supporto psicologico di gruppo, anche attraverso la sperimentazione di nuovi approcci terapeutici in partenariato obbligatorio con almeno un Ente pubblico deputato
  • promozione dello sviluppo educativo armonico mediante laboratori espressivo-creativi di orientamento e di apprendimento che prevedano attività di gruppo, in partenariato obbligatorio con uno o più istituti scolastici del territorio
  • interventi volti a promuovere il senso civico degli adolescenti, anche attraverso iniziative di tutela dei beni comuni

c) promozione e rafforzamento dell’offerta domiciliare del “Dopo di noi” attraverso una delle seguenti azioni:

  • attività di sensibilizzazione, coinvolgimento e formazione di gruppi composti da familiari e organizzazioni del Terzo Settore volte alla progettazione e al conseguente avvio di strutture finalizzate al “Dopo di noi”
  • interventi destinati alla realizzazione di strutture che incrementino l’offerta abitativa legata al “Dopo di noi”

 

La scadenza del bando è prevista alle ore 13.00 del 15 marzo 2018.


Condividi
Stampa
Invia