News

14 novembre 2017

Al via il 29 novembre il festival jazz itinerante MutaMenti

Selezionato dalla Fondazione nell’ambito del bando “Eventi Culturali 2017”, il progetto MutaMenti è un festival jazz itinerante realizzato dall’Istituto Valorizzazione Castelli – con il sostegno di diversi sponsor pubblici e privati – che dal 29 novembre al 16 dicembre si sposterà con spettacoli e concerti nei “Luoghi della Cultura” di diversi comuni della provincia di Massa-Carrara. La rassegna sarà una panoramica di spettacoli, in linea con la multidisciplinarietà che la caratterizza, ma anche con la pluralità dei luoghi di una terra composita e contraddittoria, sfaccettata e interdipendente, che darà segno della sua forza a residenti e turisti nel coniugare sapientemente le sue diversità. MutaMenti non vuole essere un festival di addetti ai lavori o di specialisti, ma un festival votato all’incontro e alla ricerca del bello nell’arte, nella musica e nella cultura. Ha come obiettivo il superamento dell’ormai stereotipato steccato della separazione dei generi musicali e vuol essere una rassegna dove tutti possano trovare passione e coinvolgimento indipendentemente da una votata predilezione per la musica jazz tradizionale. Puntando alla valorizzazione dell’arte e dei luoghi della cultura il progetto intende lasciare un segno tangibile di cambiamento sociale e innovazione attraverso un coinvolgimento attivo del pubblico nella conservazione e valorizzazione del patrimonio. Gli introiti derivanti dalla bigliettazione degli spettacoli saranno infatti destinati ad interventi di valorizzazione su diversi beni storico-architettonici della Lunigiana Storica.

mut

MutaMenti nasce da una serie fortunata di incontri e di esperienze, oltre che da un percorso intrapreso da diversi anni dall’Istituto Valorizzazione Castelli e indirizzato a dare a musei, castelli e più in generale ai luoghi della cultura una nuova definizione non solo in termini di spazio fisico, ma anche di missione e di rapporto con il visitatore. L’Istituto Valorizzazione Castelli, sostenuto dalla Provincia e da diversi Comuni soci I.V.C., ha portato avanti infatti una campagna di raccolta fondi per la realizzazione del festival che ha visto tra le principali azioni – insieme alla partecipazione al bando della Fondazione – il reperimento di ulteriori risorse da parte di sponsor privati oltre che il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara.


Condividi
Stampa
Invia