News

16 maggio 2017

La scena scomparsa – Mini festival di drammaturgia urbana, sabato 20 maggio

Venerdì 19 maggio dalle 17.00 alle 19.00

Sabato 20 maggio dalle 18.00 alle 21.00

Centro storico – La Spezia

 

Progetto selezionato dal Bando “Cultura in Rete” 2016 della Fondazione Carispezia

 

 

Un mini-festival alla riscoperta degli antichi teatri della città animerà il centro storico della Spezia nelle giornate di venerdì 19 (dalle 17.00) e sabato 20 maggio (dalle 18.00) con spettacoli, performance e percorsi guidati.

La Scena Scomparsa è un progetto ideato e realizzato dall’Associazione Gli Scarti in partnership con soggetti pubblici e privati e sostenuto dalla Fondazione Carispezia tramite il Bando “Cultura in Rete” 2016. Si pone l’obiettivo di riportare alla luce della memoria vissuta e presente luoghi magici dove un tempo sorgevano sale teatrali e cinematografiche, senza nostalgie archeologiche. La Spezia, fin dal XVIII secolo, nel corso della sua storia ha potuto contare infatti su ben 36 sale tra cinema e teatri. “Esiste alla Spezia una Scena scomparsa, o meglio una Scena occultata dietro insegne pubblicitarie di grandi magazzini, sale giochi, supermercati”, una serie di luoghi del passato che il progetto intende far conoscere e mettere in relazione con il contesto contemporaneo.

Dal Teatro Astra, al Politeama, dal Trianon al Diana, dal Monteverdi all’Odeon è stato creato un percorso per il pubblico che prevede per ogni tappa la realizzazione di una performance teatrale-circense-musicale-danzante strettamente connessa al luogo dove un tempo sorgeva la sala teatrale. Gli artisti che faranno rivivere le originarie vocazioni di questi luoghi saranno Roberto Alinghieri, Kraken Teatro, Compagnia Astorritintinelli, Musicalamente, Compagnia degli Scarti/Enrico Casale, Balletto Civile, Ciccio e Lisca

Il percorso tra le varie location sarà accompagnato dal “Walk about” di Carlo Infante, responsabile di “Urban Experience”, un progetto culturale nazionale per “giocare le città” attraverso le pratiche creative del performing media. Il pubblico sarà dotato di radioline attraverso le quali Carlo Infante animerà la passeggiata tra gli antichi luoghi di spettacolo.

Si parte con un’anteprima venerdì 19 maggio alle ore 17.00 con il reading di Roberto Alinghieri dell’Aeropoema di Marinetti all’interno Torre del Palazzo delle Poste, in piazza Verdi dove è custodito il celebre e unico mosaico futurista di Prampolini, Fillia dal titolo “Le Comunicazioni”. Seguirà un percorso Walk about curato da Carlo Infante.

Si entra nel vivo del mini-festival il pomeriggio di sabato 20 maggio con le 6 performance (della durata di 15 minuti ciascuna e replicate più volte) dislocate nei 6 luoghi prescelti con orari differenti, in modo da consentire al pubblico di poter seguire tutto il percorso.

 

Locandina1_edited

<<<VENERDI’ 19 maggio

 

Anteprima La Scena Scomparsa

Torre del Palazzo delle poste

ore 17.00 e replica ore 17.30

Roberto Alinghieri

L’Aeropoema del Golfo della Spezia – di F.T. Marinetti

Reading all’interno del Palazzo delle Poste dove è custodito il celebre e unico mosaico futurista di Prampolini, Fillia dal titolo “Le Comunicazioni”

Ingresso libero max 30 persone a replica

 

a seguire

 

Walk about a cura di Carlo Infante – Urban Experience

Percorso guidato con radioline Max 30 persone

 

 

<<<SABATO 20 maggio

 

dalle ore 18.00 alle 20.45 (PERCORSO BLU)

Partenza da Via Veneto 107 – Teatro Astra / Arrivo via Firenze 37 – Teatro Odeon

 

WALK ABOUT a cura di Carlo Infante – Urban Experience

Percorso guidato con radioline

Max 30 persone

Prenotazioni al numero 3282007184

 

 

LE PERFORMANCE

durata di ogni performance: 15’

PERCORSO BLU (DA 1 A 6)

PERCORSO ROSSO (DA 6 A 1)

in nero le altre performance non inserite in percorsi
1) TEATRO ASTRA (Via Veneto 107)

ore 18.00-18.15 (BLU) / 19.00-19.30 / 20.30-20.45 (ROSSO)

Oh Cin Ci La

di Musicalamente

concertino

Breve percorso musicale dagli anni ’10 agli anni ’40 del secolo scorso, un excursus temporale attraverso la musica dell’epoca.

Si parte con l’omaggio al compositore futurista Balilla Pratella, si prosegue con “Lola, cosa impari a scuola”, famoso charleston degli anni ’20, si continua con due brani degli anni ’30, “Oh Cin ci la”, aria d’operetta  e “On the sunny side of the street”, swing molto popolare destinato a diventare uno standard del jazz, per finire con “A zonzo”, citazione da uno dei film anni ’40 degli indimenticabili Stanlio e Ollio.

 

2) TEATRO POLITEMA (Piazza Verdi) 

ore 18.30-18.45 (BLU) / 20.00-20.15 (ROSSO)

La riSvista

di Ciccio e Lisca

di e con Chiara Martini e Federico Faggioni
acrobatica aerea e teatro comico

Dopo essersi incontrati su un’improbabile spiaggia nel precedente “il bagnino e la turista”, i due personaggi si trovano proiettati di fronte alle luci della ribalta: una vedette di fama internazionale e un brillante presentatore sono pronti a incantare il pubblico con il loro varietà, ma qualcosa sembra non funzionare…più di qualcosa!
Tra tentate acrobazie in sospensione e incerti balletti, uno spettacolo comunque a lieto fine.

 

3) TEATRO TRIANON (Via Vanicella 18)

ore 19.00 – 19.15 BLU  / 19.30-19.45 (ROSSO)

HU! – Versacci futuristi

di Gli Scarti/Laboratorio Dis-Integrato a cura di Enrico Casale e Federica Vilardi

con Lorenzo Bonati, Michele Demontis, Greta Del Vigo, Riccardo Ferraro, Matteo Figlioli, Michale Marangoni, Matteo Morelli, Alessandra Moretti, Riccardo Podestà, Serena Triacca, Adrian Tumulescu, Giovanni Zanetti, Michele Fedi, Matteo Di Somma

concerto rumoristico teatrale

A volte ci sentiamo dei futuristi. Siamo strani, siamo temuti, usiamo un linguaggio che non sempre viene capito. Sarà nostro concerto, coi nostri suoni e i nostri corpi. Il nostro manifesto. Se non ci capirete ci dispiace per voi: avete dei limiti….
4) TEATRO DIANA (Via Sapri 68)

ore 19.00 – 19.15 (ROSSO) / 19.30-19.45 (BLU)

Marlene

di Balletto Civile

con Giulia Spattini, Francesco Gabrielli

performance teatro fisico
Una coppia, il potere, la politica e la guerra. Un legame necessario e distruttivo che unisce un uomo e una donna nella formalità della loro posizione di comando. La disfatta interiore di un mondo aristocratico, la dipendenza e la salvezza di un amore legato al potere.
5) TEATRO MONTEVERDI (Piazza Saint Bon)

ore 18.30-18.45 (ROSSO)/ 19.00-19.30/ 20.00-20.15 (BLU)

Rocky e Adriana

di Astorritintinelli

con Alberto Astorri e Paola Tintinelli

performance teatrale – incontro di boxe

Niente è vero se tu non puoi credere in quello che sei. E in me stesso io non ci credo più… E se un pugile non crede in sé stesso è finito. Chiuso. Andato.

Un incontro di boxe teatrale davanti a quello che rimane del più grande teatro della città, il Monteverdi, dove oltre agli spettacoli di teatro, le opere, la rivista, andavano in scena gli incontri di boxe con i più importanti pugili dell’epoca.

6) TEATRO ODEON  (Via Firenze 37)

ore 18.00-18.15 (ROSSO) / 19.00-19.30 / 20.30-20.45 (BLU)
Malombra

di Kraken Teatro

con Cecilia Malatesta, Chiara De Carolis

musiche originali: Paolo Porto

performance teatrale

Una vecchia casa. Due donne e i loro vestiti bianchi. La purezza e il rigore di una promessa da mantenere a tutti i costi. Il ricordo incontra la carne infondendole come un ossigeno già respirato il peso di un patto. Di una previsione violenta.

 

Festa Finale

FRAME LIVE CLUB (Via Firenze 27)

dalle 23.00

“Vintage Vinyl Dj Set”

di Federico F

VADEMECUM PER LO SPETTATORE:

 

come assistere agli spettacoli:

1) seguire il percorso BLU – partenza via Veneto 107 (Teatro Astra) ore 18.00

(accompagnato dal Walk About a cura di Carlo Infante)

2) seguire il percorso ROSSO – partenza via Firenze 37 (Teatro Odeon) ore 18.00

3) assistere alle singole performance agli orari indicati

 

I biglietti sono acquistabili presso le singole location – costo del biglietto: 1€ a performance

 

Per chi volesse acquistare tutti i biglietti di tutte le performance può farlo alle due stazioni di partenza dei due percorsi (Via Veneto 107 – Teatro Astra e Via Firenze 37 – Teatro Odeon)

 

Info Tel 3282007184

 

 


Condividi
Stampa
Invia