Il quotidiano in classe

Ideato dall’Osservatorio Permanente Giovani Editori, con il patrocinio di Acri e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Quotidiano in Classe porta a confronto nelle scuole superiori del Paese alcuni tra i più diffusi giornali nazionali, affinché possano diventare strumenti per una moderna forma di educazione civica.

Una sola volta alla settimana e per l’intero anno scolastico, nel giorno liberamente scelto da ciascun docente, il progetto mette a disposizione più copie di tre diversi giornali, in versione digitale o cartacea, al duplice scopo di accendere l’attenzione dei giovani sui grandi fatti che accadono nel mondo, con l’ambizione di mostrare come tre diversi giornali presentino gli stessi fatti in maniera diversa, sviluppando così in loro quello spirito critico che li renderà uomini più liberi e cittadini più padroni di se stessi.

Nell’ultimo anno hanno partecipato al progetto 32 scuole, più di 300 classi con oltre 8.000 studenti e 130 docenti.

Dal 2014 la Fondazione sostiene all’interno del progetto un percorso sperimentale triennale che intende sperimentare un nuovo modello formativo innovativo e a realizzare un percorsi di formazione alla cittadinanza consapevole attraverso l’utilizzo sia dei giornali cartacei che digitali. Il modello proposto nelle scuole spezzine e della Lunigiana potrà servire come base per esportare a livello nazionale la didattica integrata carta-digitale.

TEATRO CIVICO CONVEGNO FONDAZIONE E OSSERVATORIO GIOVANI EDITORI SECONDO GIORNO. MATTEO MELLEY CON ANDREA CECCHERINI E UN GRUPPETTO DI STUDENTI DI OVADA GEA52946 GEA52961 GEA52971 GEA53015 GEA53037 GEA53053 GEA53074 GEA53091 GEA53095 GEA53230 GEA53238 GEA53254 GEA53256 GEA53435 GEA71745 GEA71747 GEA71753 GEA71807 GEA71864 GEA71899 GEA71928 GEA71997 GEA72166 GEA72346 GEA72384 GEA72543 GEA72836 GEA72840 GEA73000 GEA73340 GEA73347


Condividi
Stampa
Invia

download